Varta – I risultati del Battery Test-Check

  • Varta – I risultati del Battery Test-Check

    Auto con batteria scarica: i risultati del Battery Test-Check di Varta – La gran parte degli automobilisti gira con una batteria auto in cattive condizioni, fattore ancora più deleterio con auto dotate di Start&Stop

    Pubblicato in Tecnica il 20 Settembre 2016 | Autore: Claudio Anniciello

    Ogni componente presente sulle auto ha bisogno di manutenzione, che sia più frequente perché oggetto sottoposto a grandi sollecitazioni oppure più blanda per quelle componenti che non devono assolvere a sforzi eccessivi. La batteria è uno di quegli elementi che deve essere controllato di frequente, poiché è un elemento cardine per il funzionamento di tutte l’elettronica nonché organo vitale per dare lo spunto di accensione al motore. Varta ha avviato lo scorso anno il programma Varta Battery Test-Check, un’iniziativa che vuole prevenire i problemi alle batterie prima che essi si verifichino, e durante il salone Automechanika 2016 ha reso pubblici i risultati di un anno di test.

    IL CHECK BATTERIA

    Molti automobilisti non controllano la propria batteria in modo efficace, utilizzando sistemi atti a valutare la carica residua e l’efficienza dell’accumulatore. A lungo andare e soprattutto nella stagione invernale, notoriamente più dura per le batterie poiché le basse temperature le sottopongono ad uno stress maggiore rispetto alla stagione estiva, gli accumulatori presenti nel vano dedicato nel cofano di ogni auto si deteriorano, con la conseguenza di non riuscire a mantenere la carica. Nonostante l’energia elettrica per sostenere sistemi come luci, ventole dell’aria e radio sia fornita direttamente dalla batteria quando il motore è spento, la fase più critica per la stessa risulta essere l’avviamento del motore: l’accensione ed il motorino di avviamento elettrico richiedono un forte “spunto” per riuscire a lavorare e mettere in moto il propulsore, di conseguenza quando la carica residua della batteria non è sufficientemente alta il risultato è che l’auto non si accende. Se le auto a marce riescono a bypassare questo problema usando la classica partenza a spinta, le più moderne vetture dotate di cambio automatico non hanno modo di avviare il motore: prevenire questa situazione è fondamentale, quindi si rende necessario un check periodico dell’accumulatore per valutarne di volta in volta la carica residue e l’eventuale possibilità di ricaricarla o sostituirla.

    IL PROGRAMMA DI VARTA

    Per dimostrare quanto gli automobilisti facciano passare in secondo piano il controllo dello stato di usura delle batterie Varta ha lanciato lo scorso anno l’iniziativa VARTA Battery Test-Check: noi siamo stati ad Automechanika 2016 di Francoforte, salone dedicato alla componentistica aftermarket, ed abbiamo scoperto quali sono i risultati di questo programma ad un anno dal suo avvio. Secondo i dati ottenuti dall’azienda facente parte dell’universo Johnson Controls circa un quarto delle batterie presenti sulle oltre 30.000 auto controllate è da cambiare, poiché in condizioni non idonee ad un funzionamento efficace. Questo dato comincia a preoccupare soprattutto in presenza di auto con Start&Stop, sistema che secondo l’azienda sarà diffuso sul 75% dei veicoli europei entro il 2020, poiché l’accumulatore subisce uno stress notoriamente più elevato.

    L’AUTOMOBILISTA FAI-DA-TE

    In seconda battuta l’analisi di Varta ha portato alla luce quanto gli automobilisti siano sempre più inclini a fare quanto più possibile da soli, così anche da risparmiare alcune spese. Il problema è, però, che circa l’85% di essi ha bisogno di un aiuto di un’officina poiché non è del tutto abile a sostituire la batteria in autonomia, così come l’80% del campione di test è risultato essere incline a farsi consigliare dal meccanico di fiducia operazioni inerenti la manutenzione della batteria. Varta indirizza comunque le officine ad un controllo vero e completo della batteria, cosa che ad oggi dovrebbe risultare essere di pura routine, così come è intenzionata ad aiutare la rete a manutenere batterie di ultima generazione.